Aumentare il Fatturato in un momento di Crisi senza rinunciare ai Valori del Brand

 

Non serve che sia io a dirvi quanto la situazione che stiamo vivendo sia insolita e sconvolgente. Quello che voglio fare è portarvi esempi reali che raccontano come sia ancora possibile lavorare (bene) in un periodo di crisi.

Il primo caso di successo che vorrei portare alla luce è quello di un Ristorante.

Uno dei settori più colpiti da questo lockdown, considerato anche la bella stagione che sta facendo capolino, che rappresenta una delle spinte al fatturato per tutte le attività ricettive.

Dopo le prime settimane di Quarantena, molte realtà hanno iniziato ad organizzarsi per poter gestire il Food Delivery, un’opportunità reale di guadagno e ancora di salvataggio. Nelle grandi città il Delivery è all’ordine del giorno, sia per le imprese che per il cliente finale. Ordinare il pranzo e la cena da consegnare a domicilio è una pratica comune, soprattutto grazie a grandi player come Just Eat, Deliveroo e Glovo.

Ma cosa succede se a doversi cimentare con il delivery sono le piccole attività di ristorazione locali?

Parlo delle trattorie tipiche di provincia, che caratterizzano la maggior parte del nostro territorio nazionale. Questo nostro cliente ha deciso di provarci, vi racconto come e quali sono stati i risultati.

Ridurre i costi per l’avviamento

Una volta assicurate le autorizzazioni e il rispetto delle normative igienico sanitarie imposte per il contenimento del contagio, era necessario ridurre al massimo i costi di questa operazione. Si è cercato di gestire il tutto tra i soli soci, senza interpellare personale dipendente (pur non volendolo hanno dovuto affidarsi alla Cassa Integrazione, sperando di poter richiamare quanto prima al lavoro ordinario tutti i dipendenti).

Per il contenimento dei costi hanno cercato delle confezioni per il trasporto che fossero utili, a norma, ma che garantissero versatilità per potersi adeguare ai diversi piatti; inoltre si è scelto di sacrificare la personalizzazione del packaging, utilizzando delle confezioni neutre.

Creare un’offerta dedicata

Una volta capito il come, è ora di dedicarsi al Cosa. Il menù doveva obbligatoriamente essere ridotto, per garantire sia l’approvvigionamento delle materie prime, sia l’ottimizzazione dei tempi di lavorazione, per essere in grado di gestire correttamente le consegne.

Pubblicizzare

Abbiamo il Come, abbiamo il Cosa: è il momento di far arrivare il messaggio e raggiungere il A Chi.

I canali a disposizione non erano molti, il messaggio da lanciare era chiaro e semplice e non potevamo che puntare alle persone geograficamente vicine all’attività.

Abbiamo puntato sui Reali Valori del Brand: l’autenticità delle persone, la vicinanza alle Famiglie, la voglia di Rialzarsi e di fare qualcosa per gli altri.

Utilizzando la pagina Facebook aziendale in poco più di una settimana abbiamo incrementato il pubblico, pubblicando 4 post dedicati al Weekend in cui sarebbero iniziate le consegne. Abbiamo scelto di esporci, con positività. Di raccontarci, con sincerità. Di mettere in luce la voglia di portare nelle case di tutti un po’ di felicità.

Sfruttando la visibilità organica derivante dalle condivisioni di chi già conosceva il Brand, e Targetizzando geograficamente abbiamo investito in Sponsorizzate un totale di 20,00€ generando un fatturato di oltre 8000,00€ per un Weekend, con una marginalità media calcolata al netto di tutti i costi più che soddisfacente.

Significa che tutti i ristoranti faranno queste cifre? Significa che si manterrà sempre questo rapporto tra investimento e fatturato? O è stata solamente una bolla?

Per il momento quello che posso affermare con certezza è che il cliente sta continuando a lavorare bene, la qual cosa gli ha permesso di:

  • Respirare e sentire un po’ meno la pressione di questo momento;
  • Comprendere il potenziale dei mezzi di comunicazione digitale;
  • Decidere di investire in modo continuativo e consapevole sull’online.

 

Come forse già sapete, per il mese di Aprile abbiamo attivato alcuni servizi Gratuiti e stiamo attuando una politica di sconti per l’attivazione di nuovi servizi e contratti. Questa iniziativa ci ha messi in contatto con alcune realtà che stanno pagando un prezzo davvero salato a causa di questo lockdown.

Nelle ultime settimane mi sono trovata più volte a dare speranza, a dire: puoi farcela, possiamo farcela.

Magari per voi non ha importanza, ma quello che noi cerchiamo di fare ogni giorno con il nostro lavoro è aiutare le Imprese a crescere e in questo periodo storico, quando le persone dall’altro capo del telefono ti dicono che ‘non ho più soldi per fare la spesa’ noi come agenzia ci siamo sentiti in dovere di fare del nostro meglio per assisterli a condizioni particolari.

 

La prossima settimana vi racconto un altro caso di successo, in un settore completamente diverso: parleremo di artigianato e produzione e di come la pubblicità su Google abbia giocato il ruolo principale nella strategia di vendita.