Che cos’è il Social Media Marketing?

E a cosa serve una strategia di SMM?

Cominciamo dall’inizio: con Social Media Marketing s’intende l’utilizzo delle diverse piattaforme social per la promozione di un prodotto o un servizio, attraverso la pubblicazione di contenuti e l’interazione con la propria audience.

Detta così potrebbe sembrare anche semplice, ma la questione è più profonda e ramificata di quello che appare.

Infatti il Social Media Marketing comprende tutta una serie di attività che vanno dalla creazione e pubblicazione di contenuti e campagne pubblicitarie, alla gestione dei rapporti online.

Inoltre necessita di un’attenta analisi dei dati raccolti sulle piattaforme per ottenere un’ampia serie di informazioni utili; ad esempio riguardo i comportamenti d’acquisto, ciò che viene detto riguardo la propria azienda o sui competitors.

In questo mondo fatto di numeri e conteggi di follower, likes e commenti è facile dimenticarsi il fine ultimo delle piattaforme social: l’interazione tra persone e con persone reali.

Ed è forse su questo punto che bisognerebbe riflettere maggiormente per affrontare il 2021.

Questo 2020 ha sicuramente sconvolto le carte in tavola più di quanto chiunque si sarebbe aspettato, cambiando profondamente le nostre abitudini di vita.

Molte attività si sono trovate in crisi, costrette a chiudere o reinventare il loro modo di esistere pur di restare a galla.

In questo caos generale di cambiamenti continui, i social media fanno da ponte tra le aziende e i consumatori, andando a colmare in un qualche modo quel gap che si è venuto a creare con queste nuove condizioni di vita dettate dalla pandemia.

Se prima era possibile andare liberamente a fare shopping per i negozi o al bar a bere qualcosa, il covid ha imposto di cambiare le nostre abitudini costringendoci ad acquistare online e ordinare a domicilio. E con questo passaggio inevitabilmente vanno a perdersi tutta una serie di caratteristiche ed emozioni positive legate all’esperienza d’acquisto del cliente.

Se andare a comprare qualcosa in negozio, magari in compagnia di amici, poteva essere un momento di svago e divertimento, bisogna riconoscere che scorrere le pagine di uno store web non lo è altrettanto.

Perché manca l’esperienza completa: la possibilità di toccare con mano e provare i prodotti, l’esperienza degli addetti alle vendite in grado di consigliare all’acquisto trasmettendo fiducia oltre all’atmosfera stessa degli allestimenti di un negozio. Ed è proprio qui che i Social Media possono colmare questa mancanza, creando nuovi modi per arricchire l’esperienza d’acquisto del consumatore in rete.

Si apre un mondo di possibilità per creare contenuti interessanti, che vadano a riempire quel vuoto, avvicinando nuovamente l’utente con una nuova esperienza online arricchita.

Un esempio da tenere a mente sono gli eventi di vendita live in rete, delle dirette che ripropongano il format delle classiche televendite ripensate per il mondo web, con link diretti all’acquisto. In questo modo si possono mostrare i prodotti in video, evidenziandone i dettagli e le finiture, e di conseguenza l’utente riacquista fiducia e interesse, che non vengono suscitati allo stesso modo da una semplice foto.

Inoltre le piattaforme social stesse si stanno muovendo in questa direzione, creando nuovi spazi per la compravendita di prodotti e riadattando l’interfaccia per inserire in primo piano queste funzioni.

Un esempio lampante di questa nuova direzione è l’ultimo aggiornamento di Instagram, di cui abbiamo parlato più dettagliatamente in questo articolo, se voleste approfondire la questione.

Una direzione interessante per il 2021 quindi potrebbe essere quella di sfruttare i social media per colmare la distanza, che si è venuta a creare con la pandemia, tra le aziende e la loro audience. Creando di conseguenza nuovi modi di vivere ed arricchire l’esperienza d’acquisto e di consulenza attraverso le interazioni online con gli utenti e contenuti che suscitino interesse.